Day 1 : ven. 2 ottobre 2015


Lo sbarco nel Nuovo Mondo


I nativi d'America direbbero che sono trascorse molte lune, in effetti di lune e di eventi ne sono trascorsi parecchi dall'ultimo viaggio in un altro continente. L'autunno offre dei colori inimmaginabili ed il New England li interpreta in modo magistrale nell'estensione di centinaia di chilometri quadrati, dando vita a  veri e propri  tunnel di foglie variopinte sotto i quali scorrono le strade, piuttosto che realizzando un enorme arazzo virtuale composto con i caldi toni del rosso, del verde, del giallo.  E' infatti il foliage o Indian Summer ad essere l'attrattiva che porta ammiratori da tutto il mondo fino a questo angolo remoto di Nordamerica. L'occhio non prova fatica ad immergersi nel caleidoscopio di colori, trasmettendoli al cervello e lasciando poi che questo li elabori sotto forma di emozioni.

Le emozioni, sebbene di origine e tipologia assai diversa, iniziano già alla partenza:  una fitta nebbia nelle prime ore del giorno costringe infatti tutti i voli diretti ad Amsterdam a ritardare, con conseguente perdita della coincidenza successiva  e presenza di  frotte di passeggeri in attesa di ricollocazione. Dopo ore di coda, in qualche modo riusciamo ad imbarcarci sul volo successivo per Boston e ad arrivare a destinazione verso le 18,30. Giunti con 4 ore di ritardo, siamo stanchi per il viaggio, provati dal fuso orario e stremati dalla lunga coda per sapere qualcosa: in più ci troviamo in una metropoli americana e per giunta piove. Acquistiamo una Sim Card da  500 Mb per 25$ che inseriamo nel tablet e ci servirà da guida GPS per le strade del New England, contatto telefonico, internet ed email. Usciamo da Boston attraversando periferie che ci sembra di avere già visto in qualche film poliziesco interpretato da Michael Douglas. Dobbiamo trovare un hotel dove riprendere forze e lo identifichiamo a Salem, prima tappa del viaggio,  presso il Waterfront: costa caro poiché siamo in zona turistica ed è venerdì sera, ma visto il last minute ci viene proposto un notevole sconto a fronte della nostra espressione attonita dopo aver udito la cifra di 340$. Poco prima dell’orario di chiusura ci rechiamo in un ristorante del porticciolo per un primo gustoso assaggio delle vere prelibatezze marine (atlantic salmon e seafood pie). Addormentarsi, a questo punto, anticipa quasi l’idea stessa di lasciarsi cadere nel letto.

Pernottamento: SALEM - Salem Waterfront Hotel